Salta al contenuto principale
Vota la tua meta del terzo turno del Guinness Sei Nazioni

Partners

Vota la tua meta del terzo turno del Guinness Sei Nazioni

Vota

Non sono mancati emozioni, spettacolo e mete in due partite che hanno regalato 122 punti tra loro in un emozionante doppio colpo del Guinness Sei Nazioni sabato.

L’Irlanda ha alzato il sipario sul Round 3 mentre hanno marcato sei mete a Roma per vincere 48-10 allo Stadio Olimpico contro l’Italia, con Will Connors che ha segnato una doppietta per gli ospiti.

Tutti gli occhi si sono quindi rivolti a Cardiff, dove Galles e Inghilterra hanno rinnovato la loro feroce rivalità in un’avvincente sfida equilibrata che si è conclusa con un trionfo per 40-24 per la squadra di Wayne Pivac.

E ora è giunto il momento per te di dire la tua ancora una volta su quale delle tante mete spettacolari è stata la migliore, con tutti e quattro i contendenti del Round 3 di seguito.

KIERAN HARDY – GALLES 40-24 INGHILTERRA

Ha avuto la maglia numero 9 dall’inizio alla sua quarta presenza, e Kieran Hardy si è goduto una partita da ricordare mentre tirava le fila per il Galles in una brillante prestazione a tutto tondo.

Ha anche contribuito al punteggio con un momento di classe individuale subito dopo l’intervallo, con un gesto veloce che ha permesso al mediano di mischia di attraversare la linea al 48′.

Google Ads Manager – Leaderboard

L’Inghilterra è stata colta completamente alla sprovvista dal venticinquenne, che ha sfruttato rapidamente una punizione dopo un fallo di Jonny Hill nel breakdown e si è precipitato per un punteggio intelligente.

JOHAN MEYER – ITALIA 10-48 IRLANDA

Gli azzurri hanno perso a Roma quando un’Irlanda cinica è scattata in vantaggio per 27-3, ma i padroni di casa hanno mostrato il loro potenziale offensivo con una meta eccellente poco prima dell’intervallo.

La sconfitta dell’Irlanda è “difficile da accettare”, dice Bigi

Con il cronometro sul rosso e l’Italia sui 22 dell’Irlanda dopo molteplici falli da parte degli ospiti, Callum Braley allarga il pallone all’apertura Paolo Garbisi alla sua sinistra.

Da lì, Garbisi ha bucato brillantemente la difesa attraverso uno spazio nel muro di camicie verdi prima di scaricare la palla al momento del placcaggio su Johan Meyer sulla sua ala per attraversare la linea di fondo.

HUGO KEENAN – ITALIA 10-48 IRLANDA

Si può dire con certezza che a Hugo Keenan piace giocare contro l’Italia. L’estremo ha segnato contro gli azzurri all’esordio in nazionale lo scorso ottobre e sabato ha ritrovato la linea di meta.

L’azione è iniziata appena fuori dai 22 italiani alla mezz’ora, con Jamison Gibson-Park che ha notato una sovrapposizione e ha lanciato la palla al largo mentre la trequarti dell’Irlanda ha mostrato ottime mani.

Garry Ringrose è andato avanti prima di scaricare a un Keenan in corsa, che ha mostrato il suo ritmo per tagliare la difesa italiana e lasciare Luca Sperandio sul posto per segnare.

ANTHONY WATSON – GALLES 40-24 INGHILTERRA

Una delle stelle dell’Inghilterra del campionato 2021 finora, Anthony Watson non riesce a smettere di segnare in questo momento e ha ottenuto la sua terza meta in tre partite al Principality Stadium.

La Rosa Rossa era in svantaggio 17-6 con cinque minuti del primo tempo da giocare quando Watson ha lasciato il segno chiudendo una superba azione di squadra nell’angolo destro.

Con l’Inghilterra appena dentro i 22 del Galles, Ben Youngs ha fornito palla veloce a Jamie George per aprire spazio a Watson, che è entrato e si è scrollato di dosso Josh Adams e Alun Wyn Jones per segnare.