Salta al contenuto principale
Vota il miglior giocatore del terzo turno del Guinness Sei Nazioni

Partners

Vota il miglior giocatore del terzo turno del Guinness Sei Nazioni

Vota il miglior giocatore del terzo turno del Guinness Sei Nazioni

Il terzo round del Guinness Sei Nazioni del 2021 ha regalato un sacco di emozioni prima della seconda settimana di riposo del campionato di quest’anno, preparandoci per un emozionante finale.

Il Galles si è assicurato la Triple Crown con un’epica vittoria per 40-24 contro l’Inghilterra e sogna un secondo Grande Slam in tre anni, con le partite contro Italia e Francia da disputare. Nel frattempo, l’Irlanda è tornata in pista con una vittoria imponente in casa dell’Italia a Roma. Molti giocatori hanno offerto prestazioni impressionanti e abbiamo selezionato quattro uomini in lizza per il Guinness Six Nations Player del Round 3. Ora sta a voi, fan, decidere chi guadagna il gong votando qui sotto. Ed ecco un promemoria di quello che hanno fatto nel weekend di apertura.

Alun Wyn Jones – Galles

Pochi giocatori sanno cosa serve per battere l’Inghilterra come Alun Wyn Jones e il capitano del Galles ha guidato la sua squadra a un’altra emozionante vittoria a Cardiff. Jones ha dato il buon esempio ed è stato in tutto il campo, facendo 12 placcaggi e apparendo in quasi tutte le ruck in una performance da urlo. La seconda linea ha saltato buona parte della stagione per infortunio ed è tornata giusto in tempo per il campionato di quest’anno. Viste le sue prestazioni non gli ci è voluto molto per tornare al top del suo gioco.

Callum Sheedy – Galles

La decisione di Wayne Pivac di portare Callum Sheedy in Scozia si è rivelata un colpo da maestro, e il mediano d’apertura è stato decisivo quando il Galles ha conquistato la Triple Crown contro l’Inghilterra. Le circostanze potrebbero essere state diverse, ma per la seconda partita in una situazione di pressione, Sheedy ha giocato un ruolo fondamentale nella vittoria del Galles. Il mediano ha calciato tre piazzati cruciali in otto minuti del secondo tempo per mettere il Galles a posto e in rotta verso la vittoria dopo che l’Inghilterra era tornata in parità. Era anche vigile in difesa mentre l’Inghilterra provava tutto ciò che aveva contro il Galles nel finale, con il suo intercetto che lanciava la meta di Cory Hill.

Tadhg Beirne – Irlanda

L’Italia ha subito 18 punizioni contro l’Irlanda e il flanker Tadhg Beirne è stato il loro principale aguzzino durante il breakdown. Beirne ha totalizzato 27 entrate in ruck e 10 in ruck degli avversari, completando 12 pulizie, assicurando che la sua squadra mantenesse lo slancio e costringendo l’Italia a commettere errori. Il 29enne è passato dallla seconda linea al numero 6 per la partita allo Stadio Olimpico e lo ha fatto sembrare senza sforzo in una prestazione da Guinness Six Nations Player of the Match.

Taulupe Faletau – Galles

Sarebbe facile scegliere un certo numero di statistiche di Taulupe Faletau dalla sua prestazione da Guinness Six Nations Player of the Match mentre aiutava il Galles a superare l’Inghilterra a Cardiff. I suoi 14 placcaggi sono stati i secondi dietro a Josh Navidi, ma ha anche aperto la strada per il maggior numero di carry (18) e metri conquistati (112) per la squadra di Pivac in un impressionante spettacolo a tutto tondo. Dopo un paio di stagioni piene di infortuni, il numero 8 del Galles è tornato al suo brillante meglio e lo ha sottolineato con un’altra magnifica prestazione.